user_mobilelogo

 

01 slide
KLR_4632-ok-copy
KLR_4636-ok-copy
KLR_4723-ok-copy
 

 

 

Intonaci

 

La muratura, per non degradarsi velocemente, ha bisogno di essere difesa dagli agenti atmosferici. L’intonaco per esterni ha il compito di salvaguardare le strutture murarie esterne dal sole, dalla pioggia, dal vento e dal ghiaccio, mentre il compito dell'intonaco per interni è quello di proteggere le murature dall’umidità.

La sua funzione igroscopica in abbinamento ad una adeguata pittura permette di assorbire o cedere umidità all'ambiente.

L’intonaco è quindi una soluzione tecnica ed estetica: tecnica perchè pareggia la discontinuità delle murature, le protegge da sollecitazioni esterne e dagli sbalzi di temperatura. Estetica perchè predispone le pareti alle più svariate finiture, dalle più semplici alle più elaborate (pitture, parati, ceramiche, stucchi...).

 

L’intonaco esterno

L’intonaco esterno, cioè quello posto sulle pareti delle murature a contatto con gli agenti atmosferici, ha il compito di:

  • proteggere la parete muraria dall’umidità;
  • assorbire parte dell’escursione termica sia nei mesi estivi che in quelli invernali;
  • garantire una buona traspirazione delle superfici murarie.

 

L’intonaco interno

Per le pareti interne si usa solitamente l’intonaco civile, che é composto di due strati:

  • il primo strato, serve a rendere piana la superficie muraria e viene eseguito con malta di sabbia grossa (spessore 1 - 1,5 cm);
  • il secondo strato, serve a rifinire la superficie muraria e viene eseguito con malta fine (spessore 2-3 mm).

 

  CP3 3669      CP3 3648            CP3 3639

 

 

 

AL FINE DI FORNIRE LA MIGLIORE ESPERIENZA ONLINE QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIES.

Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.